Il Naso: Difetti estetici più comuni

Capire che un naso è di forma e proporzioni sgraziate è  facile, tutti possono dire “il naso non mi piace”. Spesso però la persona non sa dire perché, non capisce quali siano i difetti.

Per il successo della rinoplastica è innanzitutto necessario individuare cosa non va e cosa bisogna fare e verificare che quello che vediamo noi corrisponda a quello che vede e vuole il candidato all’intervento.

Dobbiamo quindi avere dei criteri di giudizio precisi cui raffrontare il naso in questione. Bisogna cioè conoscere la morfologia ideale del naso per cercare di riprodurla nei limiti del possibile.

difetti-naso-02a difetti-naso-02b

In molti casi i vari difetti sono associati

 

Esistono molti inestetismi che caratterizzano i principali tipi di naso “brutto”

naso-con-gobba

NASO IPERCONVESSO O NASO A GOBBA

Il difetto è dovuto a eccessivo sviluppo di osso o di cartilagine o di entrambi sulla linea mediana.

Si deve togliere la gobba del naso e restringere poi le pareti laterali avvicinando le ossa nasali così che il dorso nasale non resti appiattito.

 

 

 

difetti-naso-grande (1)

NASO GRANDE

La forma del naso nel complesso è normale ma le strutture sono sovradimensionate e richiedono un riduzione complessiva.
Questa va eseguita in modo armonico tenendo conto della qualità della pelle che si dovrà riadattare al suo supporto. Se la pelle della punta è spessa un eccessivo indebolimento delle cartilagini può risultare negativa e rendere più indefinita la forma che va salvaguardata e talvolta perfezionata con l’apporto di innesti.
 

 

naso-sporgente-1

NASO TROPPO SPORGENTE, NASO DI PINOCCHIO

Il dorso del naso è più alto del normale ma è soprattutto la punta ad essere troppo proiettata in avanti rivolgendosi spesso in basso. Una variante è lo ” sky jump nose” che ancora oggi si vede dopo rinoplastiche eseguite da chirurghi inesperti che hanno rimosso generosamente la gobba e sollevato la punta senza però farla arretrare scorciandola adeguatamente. La punta del naso resta così sporgente e rivolta in alto in modo innaturale.
 

 

naso-troppo-corto

NASO TROPPO CORTO: “PIG SNUT”

Può residuare a malattie oggi rare quali la sifilide. Più frequenti i casi secondari a rinoplastiche troppo aggressive ed eseguite senza criterio alla ricerca di un naso molto piccolo. Quando la parte inferiore della cartilagine settale viene rimossa senza criterio la base nasale si alza, l’angolo naso-labiale diviene ottuso (130°-140°) e le fessure delle narici guardano in avanti.

 

 

naso-a-sella-1 (1) naso-a-sella-2 (1)

NASO A SELLA

La parte centrale del dorso è infossata mentre la punta resta normale. Il difetto nasale deriva dalla depressione della cartilagine settale causata da una eccessiva asportazione chirurgica durante una rinoplastica. Un tempo era spesso conseguenza di interventi eseguiti da chirurghi otorini poco esperti nella chirurgia del naso per raddrizzare il setto e migliorare la respirazione nasale. Si parlava di naso da ORL (otorinolaringoiatria). In questi casi si deve ricollocare nella parte mancante un giusto sostegno al dorso nasale. A tale scopo si usano innesti di cartilagine prelevati dal setto o dall’orecchio.
 

naso-a-becco (1)

NASO A BECCO DI PAPPAGALLO “BEC DU CORBIN”

Al contrario del precedente la parte media o inferiore del dorso nasale risultano sporgenti per un eccesso di cartilagine settale. Oltre che presente dalla nascita quale caratteristica individuale può residuare ad una rinoplastica in cui il margine del setto non è stato adeguatamente abbassato.
 

 

naso-floscio (1)

NASO FLOSCIO, NASO ARABO

Il dorso nasale è in genere nella norma o appena aquilino mentre la punta sporge in basso. Il naso è per così dire senza forma, è “triste”. In questi casi bisogna innanzitutto risollevare la punta collocando innesti di cartilagine. Il dorso sarà modellato di conseguenza.
 

 

 

 

naso-slargato (1)

NASO SLARGATO, NASO NEGROIDE

Il naso è depresso e appiattito. La base del naso presenta narici dilatate disposte in senso orizzontale, la punta è larga e appiattita, spesso bifida. In questi casi oltre che innesti di cartilagine sono necessarie resezioni esterne che riducano la grandezza e la sporgenza delle ali nasali e le restringano assieme alle narici. Questi nasi vanno operati con la tecnica di rinoplastica aperta.
 

 

naso-severo

NASO SEVERO

La sua forma non presenta difetti particolari ma resta poco gentile, toglie dolcezza e “brio” al viso una nota di dolcezza ed anzi tende a rendere la sua espressione dura ed arcigna. Le dimensioni delle singole parti sono in grado variabile più sviluppate del dovuto, il dorso e la punta sono troppo diritte. In questi casi la rinoplastica deve essere delicata nella sua entità trattandosi infatti di modifiche limitate ma estremamente qualificanti. La punta va sollevata con innesti di cartilagine.

 

Ci sono anche molti casi di nasi con difetti localizzati alla punta o alla columella.

 

Difetti della punta del naso

Dipendono da deformità congenite o acquisite delle cartilagini alari e si correggono con rinoplastiche cartilaginee limitate.

naso-punta

  • Punta bulbosa
  • Punta pendente
  • Punta bifida
  • Punta storta
  • Punta lunga
  • Punta slargata
  • Punta schiacciata

Difetti della columella

  • Columella pendente
  • Columella retratta
  • Columella larga

 

Questi difetti si correggono con il modellamento delle crus mediali delle cartilagini alari.



Invia le tue Foto per vedere il risultato


Privacy Policy | Cookies Policy | Partita iva: 01035200466 | Credits